MENU

Ruggirello incontra il direttivo dell’Associazione Misiliscemi

Il candidato al Senato della Repubblica alle elezioni del 4 marzo ha incontrato il direttivo dell’Associazione Misiliscemi

Oggi Paolo Ruggirello, candidato al Senato della Repubblica alle elezioni del 4 marzo, ha incontrato il direttivo dell’Associazione Misiliscemi per discutere dei temi e degli argomenti che hanno determinato l’avvio del processo di autonomia amministrativa delle contrade a sud di Trapani, volto alla costituzione del Comune di Misiliscemi.

A seguito dell’incontro, dopo aver brevemente esaminato lo stato di abbandono in cui versa la porzione territoriale interessata del Comune di Trapani, e sottolineata la necessità di proseguire il percorso amministrativo con la medesima speditezza con la quale si è intervenuti congiuntamente nei confronti degli organi regionali preposti per la definizione della fase preliminare, ha evidenziato la fondatezza dei seguenti punti cardini del progetto Misiliscemi:

o Organizzazione strutturale dei servizi pubblici essenziali che mettano a sistema le contrade;
o Progetto di sviluppo economico del territorio che metta a sistema le risorse del comprensorio, dalla produzione agricola all’offerta turistica, valorizzando altresì le risorse ambientali (costa, saline, fuori piano olografici, ecc.);
o Realizzazione di infrastrutture, tali da fare diventare il comprensorio di Misiliscemi un vero snodo di collegamento rispetto all’intera provincia di Trapani, attraverso l’organizzazione delle aree limitrofe all’aeroporto e di tutti i collegamenti convergenti, nonché la creazione di una zona franca nel territorio di Misiliscemi al servizio dell’area aeroportuale che possa avviare un circolo virtuoso di investimenti e sviluppo delle libere attività imprenditoriali connesse.

Paolo Ruggirello ha infine concertato un percorso condiviso che coniughi gli obiettivi dell’autonomia amministrativa territoriale di Misiliscemi, perseguiti dall’omonima Associazione, con il programma elettorale del PD “100 cose fatte e 100 cose da fare”.
A conclusione dei lavori, ha pertanto assicurato il proprio sostegno affinché si definisca positivamente, nel quadro delle politiche di sviluppo suindicate, in sintonia con il programma politico elettorale del PD, il processo di autonomia delle contrade del comprensorio di Misiliscemi.